I Resistenti, con il Sud

MIGLIORE SI RITIRA DALLE PRIMARIE – ANZALONE LUIGI, ALDO D’ANDREA, BERNARDINO TIRRI: COMUNICATO STAMPA

Posted by Staff su febbraio 26, 2015

COMUNICATO STAMPA del prof.. LUIGI ANZALONE, ex presidente della Provincia di Avellino ed ex assessore regionale e vicepresidente della Commissione religionale Anticamorra, del dott. ALDO D’ANDREA, responsabile del “Comitato Migliore” e segretario del Circolo “Amici di Fondazione Sudd” e del prof.. BERNARDINO TIRRI, ex assessore comunale di Altavilla e vice-responsabile del “Comitato Migliore”

“Abbiamo appreso con costernazione, ma non con sorpresa, la notizia del ritiro dell’on Gennaro Migliore dalla primarie di domenica otto marzo prossimo per la scelta del candidato di centrosinistra alla Presidenza della Regione. Essa è stata comunicata dall’on. Migliore al termine di un incontro con il Presidente del Consiglio dott. Matteo Renzi.

Essendo l’on. Migliore una personalità di notevole spessore politico-morale, di particolare qualità intellettuale e culturale, oltre che di forti e autentici sentimenti e convincimenti democratici e di sinistra, non gli rimaneva altro da fare, avendo dovuto suo malgrado constatare che la cosiddetta campagna elettorale del PD per le primarie era ormai giunta a un punto di non ritorno morale e politico. Infatti gli impressionanti protagonisti di questa campagna elettorale a sostegno di quello o di quell’altro candidato sono bande di clienti scatenate e pronte e a tutto, ben pasciute coorti di famuli e famigli, gruppi di immigrati assoldati, assai discutibili personaggi del sottobosco politico-affaristico, aree contermini al centrodestra, note alla cronaca più giudiziaria che politica, personaggi espediti e nefarii, faccendieri che la fanno ormai da padrona nel procacciare voti e denari per comprarli.

E’ di livida ed avvilente evidenza: questo non è il centro-sinistra, quello della questione morale della rinascita del Sud, bensì il centrodestra nella sua peggiore versione, quella cosentiniana. Un tale centro-sinistra(?) che giungesse alle elezioni e vincesse sarebbe peggiore del centrodestra di Caldoro. Chi ama e pratica la politica pulita e ha a cuore il bene della Campania non può votarlo, meno che mai candidarsi in liste che non saranno in alcun modo moralmente rinnovate né qualificate a livello intellettuale, politico, culturale.

L’unica speranza è ormai risposta nella Segretaria nazionale e, più in specie, nella persona di Matteo Renzi, Segretario del partito Democratico e Presidente del Consiglio, perché subito intervenga e assuma una decisione draconiana in virtù della quale, insieme a candidati consiglieri nuovi e qualificati, scelga un candidato presidente all’altezza dell’immane compito di cambiare la storia della Campania fatta di malaffare, clientelismo, collusione con la camorra, sottosviluppo, inquinamento ambientale, disoccupazione e disperazione, per avviarla lungo la difficile ed esaltante strada di quella storia di rinascimento e di riscatto di cui il suo popolo ha sempre il desiderio e il sogno

Peraltro l’Italia non vince la recessione e non imbocca il cammino dello sviluppo e dell’occupazione se il Sud arresta, a cominciare dalla Campania, la seconda regionale d’Italia”

Avellino 26 febbraio 2015

             Luigi Anzalone, Aldo D’Andrea, Bernardino Tirri

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: