I Resistenti, con il Sud

Da “Il Corriere dell’Irpinia” – Aldo D’Andrea: Indignazione e Rancore

Posted by Staff su marzo 2, 2013

 

Aldoteora1

Corriere

02/03/2013

Indignazione e rancore. In cabina, l’elettore si è accompagnato con queste pulsioni emotive, e la mano ha mosso la matita perché questi esplodessero in tutto il loro vigore. Ed è successo davvero che il popolo, con questo voto, si sia reimpossessato della sua sovranità per imporre scenari di soqquadro, fino al sovvertimento di un ordine stantio, che non ha mai fatto mancare occasione di mostrarsi da un lato ipocrita nelle parole, e dall’altro solidale nel perpetuare privilegi di Palazzo.

Ne è venuto fuori un quadro politico interessante, perché introduce un radicale cambio di metodi e di costumi, nel solco di regole imprescindibili, che sono quelle della democrazia. Bisogna davvero convincersi che sta iniziando una epoca nuova e diversa, ove la centralità dell’interesse deve tornare alle fortune dell’Italia e del suo popolo, sostitutive, perciò, di queste che generalmente sono avvertite oggi, ovvero quelle dei privati benefici di mandarini in servizio permanente effettivo, con malcelate aspirazioni alla perpetuazione.

Non è più tempo di ricrearsi; scocca l’ora della serietà e della rinascita civile e morale. Nel Paese, vi sono questioni urgenti, che richiedono decisioni immediate pur con il risultato confuso che è sortito dalle urne; non è emersa, infatti, una chiara vittoria di una delle forze politiche in campo. Ciò malgrado, un Governo deve nascere, e deve nascere perché, vivendo nel “villaggio globale”, l’Italia deve mostrarsi essa stessa fiduciosa verso il suo futuro, per poter poi trasmettere questa sensazione al resto del mondo, che forse mai come ora ci guarda con sospetto.

Per prima cosa, si sa che quest’anno avremo da collocare sui mercati internazionali un centinaio di miliardi di buoni del Tesoro, che dovranno finanziare il debito pubblico dello Stato; occorre perciò attrezzarci a saper “vendere” fiducia. In secondo, necessita assolutamente che ci si liberi da questa immonda porcheria della attuale legge elettorale, smettendo definitivamente i minuetti dell’ultima legislatura; le furbate non pagano più.

Per terzo, i cittadini si aspettano i tagli degli emolumenti e la riduzione del numero dei parlamentari e dei consiglieri regionali, il blocco delle pensioni da decine e decine di migliaia di euro al mese, la riduzione netta degli emolumenti spropositati riconosciuti ai manager pubblici, con blocco totale delle pazzesche liquidazioni che gli stessi manager pubblici percepiscono, magari pure distruggendo le Aziende che amministrano. Basta, ora basta.

Sono cose a cui mettere mano subito, da sbrigare con immediatezza per poi tornare al voto il prima possibile, cioè ad Ottobre, e così sperare che dalle urne venga fuori l’indicazione di un Governo di programmazione, al lavoro per migliorare le condizioni di vita dei cittadini.

Quarto ed ultimo punto, perché questi auspici finiscano per realizzarsi, necessita, ora, un Governo di coalizione, sostenuto da tutte le forze presenti in Parlamento, unite dall’unica volontà di operare per il bene del Paese, così evitandoci pure lo sconforto di dover assistere a squallidi spettacoli, specie televisivi, ove a volte, e sfortunatamente, capita di imbattersi; vedere dirigenti politici azzuffarsi come polli dopati, dà fastidio, appaiono come indecenze gratuite, specie ora che la stragrande maggioranza dei cittadini italiani vive momenti di privazioni. E vediamo se, come dal letame possono anche nascere fiori, dalle macerie di oggi può nascere una Italia migliore.

  Aldo D’Andrea

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: