I Resistenti, con il Sud

Capriglia Irpina – Elezioni Comunali: presentazione della lista “Il Paese, continuità e rinnovamento”

Posted by Staff su aprile 13, 2012

“Volevano demolirci a colpi di denunce ma non ci sono riusciti.” E’ questo il duro attacco di Giuseppe Magliacane, sindaco uscente, dopo due mandati, non più “riproponibile” per Legge, nei confronti degli “avversari”.

Nel giorno della presentazione de “Il Paese, continuità e rinnovamento” con l’Avvocato, Antonello Spiniello candidato alla carica di primo cittadino, a prendere la parola è proprio chi sta per lasciare la “conduzione” di Capriglia.

“Abbiamo amministrato per dieci anni dedicandoci a elaborare progetti per il benessere del paese. Abbiamo realizzato diverse cose ma soprattutto il PUC che è lo strumento urbanistico senza del quale Capriglia non avrebbe avuto il punto fermo intorno al quale costruire la crescita e lo sviluppo ma, ed è questa la mia amarezza, come uomo e da amministratore, siamo stati sotto la “scure perenne” della denuncia. Credo che non sia questo il modo per costruire una realtà armoniosa.

E in tutto questo va tenuto presente che “contestano” un cimitero che non c’è, lavori che non sono stati eseguiti. Una sorta di processo alle intenzioni”.

Magliacane ribadisce: “non ho imposto idee o progettazioni. L’iter che porta alla realizzazione di un’opera è complesso, richiede pareri, autorizzazioni “terze”. Il Sindaco o un’Amministrazione non può imporre ma suggerire e se la cosa non è fattibile, si cambia. Concludo sottolineando nuovamente che l’allargamento del cimitero non c’è ma il problema resta; il problema che si sarebbe dovuto e si dovrebbe risolvere tutti insieme”. Magliacane non vuole rubare la scena e passa la parola all’Avvocato Spiniello: “Un degno candidato Sindaco, un professionista preparato al quale mi sono anche rivolto per pareri.

Una persona che conosce la realtà amministrativa e sociale della nostra comunità, un nostro concittadino”. Spiniello ha preso la parola esordendo: “Sono onorato di avere accettato questa candidatura. Siamo una squadra coesa. Entro a far parte di un gruppo che coniuga esperienza e rinnovamento. Rinnovamento non è tanto cambiare uomini ma è la capacità che ognuno di noi ha nel sapersi migliorare, abbiamo il Bene Morale quale bagaglio culturale”.

Il candidato Sindaco elogia il lavoro che in questi dieci anni ha svolto “Il Paese”. Il PUC è certamente il fiore all’occhiello di che ci darà la possibilità di concretizzare quello che è in “itinere” e i progetti che insieme abbiamo elaborato. Tutto è perfettibile ma partiamo da una buona base. Quanto al cimitero ritengo che dobbiamo realizzare un numero sufficiente di loculi per poter uscire dallo stato di emergenza. Lo dobbiamo fare per una questione di moralità oltre che di praticità.

Dobbiamo fare in modo che chi purtroppo ci lascia, passa a miglior vita debba poter essere sepolto nel “proprio” cimitero. Non possiamo permettere che le persone care debbano portare un fiore in un altro posto “solo” perché le “beghe” ci impediscono di realizzare l’ampliamento che deve essere la soluzione sulla quale ragionare per poi arrivare ad una delocalizzazione”.

Antonello Spiniello avviandosi alla conclusione si “abbandona” ad una emozione forte citando alcune persone che non ci sono più, come Ruta Vincenzo, Carmine Spiniello, Ruta Fiore, Graziano Michelina e la platea applaude in segno di sostegno ma anche della stessa “partecipazione emotiva”. L’ultima parola la rivolge ”all’accusa” di non essere caprigliese: “Sono e mi sento caprigliese. Sono solo nato in altro posto ma la mia famiglia è caprigliese, nati qui o vicino, come Grottolella.

Le polemiche sterili non mi appartengono, chi le fa evidentemente non ha argomenti per contrastare le nostre idee per il Paese”. In conclusione parla Adolfo D’Alessandro che rappresenta un pezzo importante della “spina dorsale” di questa lista, il quale ribadisce il lavoro fatto e con onestà intellettuale chiarisce il perché di qualcosa, al momento in sospeso come il palazzetto dello sport. “Sono opere per le quali, abbiamo acceso un mutuo, come si fa e per il quale stiamo pagando “ratei” su soldi che non ci sono stati ancora erogati.

Questo è il paradosso della politica e della burocrazia. La Regione, il Governo ha tagliato i fondi ma questo è un problema di tutte le realtà non solo la nostra. Abbiamo realizzato un progetto, quello del palazzetto che appena concluso farà “invidia”, una struttura che manca in realtà a noi limitrofe. Abbiamo realizzato tanto e tanto avverrà nel breve. Con Spiniello abbiamo realizzato la giusta sintesi che rappresenta continuità e rinnovamento. Chiediamo una rinnovata fiducia sulla base dei progetti che abbiamo e non di vuote promesse”.

“Il Paese, continuità e rinnovamento”; La squadra dei candidati al Consiglio Comunale che sosterranno l’Avvocato, Antonello Spiniello alla carica di Sindaco. Adolfo D’Alessandro, Alessandro Guerriero, Elia Carmine Guerriero, Faustino Guerriero, Federico Guerriero, Emilio Medugno.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: