I Resistenti, con il Sud

AVELLINO 24 LUGLIO 2009, ANDREA FORGIONE IL NAZIONALE: “AL CONGRESSO PRPV.LE DEL PD IRPINO MI CANDIDO A SEGRETARIO PROVINCIALE DEL PARTITO”

Posted by Staff su luglio 24, 2009

1Forgione_davanti_al_Circolo_PD_di_Paternopoli_leggeraANDREA FORGIONE LANCIA LA


SUA CANDIDATURA PER LA


SEGRETERIA PROVINCIALE DEL PD


Il coordinatore cittadino del PD di Paternopoli Andrea Forgione e il circolo PD “Martir Luther King”, dopo la notizia balzata agli onori della cronaca nazionale dell’iscrizione di Beppe Grillo al PD, hanno deciso di proporre e sostenere la candidatura di Andrea Forgione per la segreteria provinciale del PD, che è rimasta vacante in seguito alla defenestrazione dell’ex segretario Franco Vittoria, voluta fortemente dai bassoliniani.


E’ giunto il momento – afferma Forgione – di cacciare i mercanti dal tempio. E’ tempo di restituire ai cittadini, alla società civile, alla gente che lavora e che combatte per il quotidiano, il diritto di decidere da protagonisti del proprio futuro e della propria comunità, ha detto Andrea Forgione.

I dirigenti provinciali del PD, che si richiamano all’asse politico De Mita – Bassolino hanno tradito il popolo delle primarie e lo spirito fondativo del Partito democratico.

I giusti, gli onesti, i democratici tutti, i cittadini liberi e forti vogliono riappropriarsi dello strumento creato da Walter Veltroni per farne finalmente un partito territoriale, popolare e partecipativo. La partecipazione attiva alla politica deve ritornare ad essere un atto di amore e carità verso gli altri che ogni persona ha il diritto di esercitare.

Avvertiamo, quindi, come vitale l’esigenza di spezzare il progetto politico di dominio spartitorio dei parassiti politici, aristocratici parrucconi, venditori di mutande, per realizzare anche in Irpinia una democrazia matura e moderna, al passo coi tempi che viviamo.

La nostra è una umile candidatura di servizio, lontana dal potere,  che non si piegherà ad accordi al ribasso, ricatti, intimidazioni, promesse di posti al sole, che non rispetterà nessun santuario della politica e nessuna zona franca.

Sentiamo che oggi, più che mai, è necessario cambiare questa pseudo-classe dirigente di “mangiapane a tradimento” che presenzia tutto da oltre vent’anni, altrimenti non avremo la possibilità di governare questo territorio dal basso.

Dobbiamo quindi cambiare, rinnovare ed innovare, non prima però di aver mandato a casa vecchi notabili, capaci solo di chiudersi in una stanza per spartirsi la torta degli incarichi, che negano ogni giorno la felicità, la partecipazione e la democrazia ai cittadini di questa provincia.

Il tutto, condiviso dai democratici di Paternopoli, è molto chiaro: via i vecchi apparati di partito, avanti i cittadini per un PD aperto, plurale, popolare, sinceramente democratico.

Il sogno che fu di Walter Veltroni e di quattro milioni di italiani che si recarono alle primarie del 14 ottobre 2007 continua a vivere a Paternopoli, in Irpinia ed in Italia ed impedirà la restaurazione partitocratica dalemiana, giunta finanche a mettere in discussione uno strumento di partecipazione popolare alla vita politica, come quello delle primarie.

Paternopoli, 24.7.2009

Andrea Forgione, Segretario cittadino del PD

Advertisements

2 Risposte to “AVELLINO 24 LUGLIO 2009, ANDREA FORGIONE IL NAZIONALE: “AL CONGRESSO PRPV.LE DEL PD IRPINO MI CANDIDO A SEGRETARIO PROVINCIALE DEL PARTITO””

  1. Emilia said

    Salve mi chiamo Emilia Fioriello e vivo ad ariano irpino da 38 anni, sono commericiante di colori e vernici da 22 giorni che la ss90 delle puglie è chiusa a causa della frana di Montaguto stiamo morendo nessuno ci ascolta la frana è lì nel suo immenso potere e le forze dell’esercito stanno a guardare e si preoccupano solo di togliere l’argilla che potrebbe arrivare sulla ferrovia ma qella che ha sepolto la strada non se ne parla e noi stiamo a guardare la nostra lenta morte.
    Beppe aiutaci presto !!!!!!!!
    Emilia fioriello

  2. Tante volte e per diversi anni abbiamo formulato lamentele, preparato e spedite sollecitazioni con sottoscrizioni di più firme , fatto telefonate per denunciare il disagio: non è possibile che manchi l’acqua in Irpinia, che ha nel serbatoio della Piana del Dragone, in quel di Volturara, tanta acqua da abbeverare tutta la Puglia e parte del Napoletano, dell’Irpinia, del Sannio, ecc. per un’utenza di 5 milioni di abitanti – il competente e sempre disponibile idrogeologo dott. Sabino Aquino mi corregga se sbaglio-. Ci avviamo alla fine del mese di agosto e i rubinetti continuano a distribuire acqua e in tutte le ore,sufficiente al fabbisogno delle nostre famiglie per ricevere un sollievo dal caldo particolare di questi giorni, compiacimento anche per conto dei visitatori che hanno sentito il bisogno di riversarsi e soggiornare nei nostri paesini dell’interno .Sembra doveroso ringraziare il presidente dell’Alto Calore, ing. Franco Maselli, che, sono convinto, che si attiva perché le cose funzionino,e non come chi sta seduto su una o un’altra poltrona come un fatto dovuto. Come ci siamo lamentati quando l’acqua mancava, mi sembra giusto in questa circostanza, in seguito ad una constatazione diretta dei fatti, di rendere la giusta mercede a chi ci consente di poter usufruire di “un bene primario”, quanto mai indispensabile in questi momenti dell’anno.
    Mi aprirei ad elogi, forse anche sconsiderati perché non supportati dall’evoluzione delle vicende politico-sociali della nostra Provincia, che eventualmente l’avranno pure potuto consentire,mi fermo a considerare l’evidenza dei fatti e la competenza e l’impegno fattivo del presidente : l’acqua defluisce regolarmente e in abbondanza al punto che bisogna anche regolarne il flusso per non sciuparla. La mia considerazione per il presidente dell’Alto Calore aumenta oltre misura, se questo flusso continuo costituisca il risultato di un impegno non di episodio legato ad una certa emergenza, ma dovuta a dati di fatto, più concreti, derivanti da una serie di azioni messi in essere e relativi all’aumento del flusso d’acqua alla nostra Terra, l’Irpinia.
    A prescindere, se nel passato, come sopra detto, ci siamo lamentati perché di questi tempi i rubinetti hanno emesso sempre e solo aria nei momenti cruciali della giornata e per buona parte dell’estate, vedendo scorrere regolarmente i rubinetti, cominciamo anche a credere che la nostra situazione in merito al problema può anche migliorare. Grazie Presidente a nome di tutti quelli che ritengono che l’acqua sia un diritto anche di noi Irpini.
    Da qui prenda esempio la politica delle passerelle. Ci avviamo ai congressi dell’autunno: da buon cittadino irpino e da simpatizzante posso suggerire che la politica frl PD affronti i problemi? Quanti sindaci e assessori tiene il PD? L’Irpinia, grazie ad un impulso spontaneo della società civile più che politica,ogni paese motu proprio,forse anche per forza di inerzia, ci si sta attivando per valorizzare il proprio fazzoletto di terra, per uscire dall’immondizia, per mettere riparo all’inquinamento ambientale, dei fiumi in particolare, che per essere attualizzati e resi spendibili dovrebbero organizzarsi con “parchi fluviali”, offrendo al visitatore spunti per soggiornare in loco, rendendo spendibili con giuste infrastrutture le nostre risorse, le tradizioni. . . La politica del territorio, richiamando più gente sul territorio, favorirebbe l’occupazione e una migliore possibilità di orientare i giovani nelle loro scelte occupazionali, vuoi verso la media imprenditoria, vuoi per lo sviluppo del commercio, ecc. Se la politica, invece, continua a parlare il discorso astratto della politica per la politica e delle poltrone, non affronta i nostri problemi, motivo per cui a noi non interessa.
    Siamo su due binari diversi. Potremmo dire: ci piace la politica che sta facendo Paternopoli con Forgione; tuttavia, per quanto ci riguarda , riteniamo più importante che corra acqua nei rubinetti e chi si adopera per farcela arrivare, per cui questa di Maselli è la linea da seguire:fatti e non chiacchiere.
    Ritengo in conclusione senza alcun dubbio che il successo di un partito sta nella capacità di individuare i problemi, porli all’attenzione e darsi da fare per risolverli. Auguri a Forgione.
    A.C.Taurasia prof. Antonio Panzone

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: