I Resistenti, con il Sud

IL PD IRPINO: DURA REPLICA A CIRIACO DE MITA PARAFRASANDO MORO: “IL DOMANI NON APPARTIENE AI CONSERVATORI E AI TIRANNI. LASCIAMO CHE I MORTI SEPPELLISCANO I MORTI

Posted by Staff su marzo 5, 2009

DE MITA PARLA DI CENTRO MA SI E’ ALLEATO

CON LA DESTRA

Ci risiamo. Nel giorno della presentazione dei “quasi duecentonovanta, praticamente trecento” componenti il comitato cittadino dell’Unione di Centro, Ciriaco De Mita, nei panni del gran cerimoniere, non trova di meglio da fare che pronunciare parole avvelenate contro il Partito democratico.

Volessimo replicargli, potremmo fermarci qui, perché nei suoi strali, ormai spuntati tante sono le volte che li ha lanciati, c’è già l’ammissione della scelta compiuta, la confessione, nascondendosi dietro la Costituente di Centro, di aver siglato il patto elettorale con il centrodestra.

Ma la nostra intenzione non è di rispondere a lui, ma di ricordare agli irpini che la mancata candidatura nel PD, ha portato De Mita ad archiviare la sua missione politica, che è sempre stata quella di contrastare la destra. Il populismo lagnoso di chi non ha esitato a rimettere in discussione i propri convincimenti per ragioni di mero calcolo utilitaristico, davvero non ci interessa ed è l’ultima volta che replichiamo ad insulti incivili ed irresponsabili.

Quel che ci preme, consapevoli che la migliore difesa da insinuazioni prive di costrutto è la coerenza che ha orientato il nostro percorso politico, è fare chiarezza, sgombrare il campo da calunnie ed equivoci montati ad arte per screditarci. Per questo ci rivolgiamo agli avellinesi, agli irpini, che non hanno bisogno di altre favole, perfettamente in grado come sono di guardare al di là dell’artificio retorico e di vedere che il re è nudo.

Ma davvero si può pensare che De Mita sia estraneo a tutte le vicende spiacevoli che si sono verificate negli ultimi anni in Irpinia e anche in Campania?

Tornando ad oggi, ci vuole tanto per comunicare la scelta di aver stretto l’alleanza con le destre? Perché continuare a nascondere l’interessata amicizia già condensata in patto elettorale e screditare l’avversario politico nel malcelato tentativo di abbassarlo al proprio livello? Forse per timore di apparire voltagabbana?

Dopo la stagione a forte connotazione ideale o ideologica, è il programma l’elemento determinante per qualificare le coalizioni, ma non si possono rinnegare le motivazioni profonde del proprio agire politico. Per questo, il Pd non ha mai negato ad alcun partito che si riconosca nel centrosinistra la possibilità di alleanza sulla base di un programma condiviso: non lo ha mai negato neppure a lui, a De Mita. E’ questa l’ottica nella quale abbiamo inquadrato e continueremo a collocare la nostra azione, nell’obiettivo di difendere i cittadini dell’Irpinia e le loro istituzioni.

Non si può non sorridere, dunque, quando ci si sente apostrofare quali “predatori del potere” da quanti, pur di garantirsi sopravvivenza non solo politica e incuranti del rispetto che si deve alle istituzioni, non hanno esitato a ricorrere ad artifizi e a cavilli giuridici.

Basta con le minacce, con la non politica degli insulti reiterati, con l’ipertrofia dell’ego, basta con le autoinvestiture, come se si potesse ancora credere alla favola dell’uomo solo capace di aver cambiato e di cambiare ancora le sorti di un territorio.

Fa piacere scoprire che anche stavolta, come ha fatto ciclicamente in ogni campagna elettorale salvo poi dimenticarsene, De Mita ha deciso di occuparsi di Avellino. Ma quando davvero ci ha provato?

Ci perdonerà De Mita se, infine, a proposito di storia, vorremmo ricordare le parole di Aldo Moro: “Il domani non appartiene ai conservatori e ai tiranni: è degli innovatori seri, attenti, senza retorica. Lasciamo che i morti seppelliscano i morti. Noi siamo diversi, vogliamo essere diversi dagli stanchi e rari sostenitori di un mondo ormai superato”. Vogliamo ignorare – concludiamo – i politici autoreferenziali che hanno preferito chiudere lo sguardo nei limiti angusti del proprio orticello piuttosto che guardare agli interessi generali di Avellino e dell’Irpinia.

Avellino, 4 marzo 2009

Il Coordinamento Prov.le PD

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: