I Resistenti, con il Sud

ROMA 21 FEBBRAIO 2009, il Pd riparte e la truppa di Avellino lascia il segno: Sono intervenuti il sen. De Luca e il segretario del Pd irpinoVittoria, Dario Franceschini è il nuovo segretario nazionale del Partito Democratico

Posted by Staff su febbraio 21, 2009

1-vittoriaVittoria: Franceschini persona giusta, condivisione della relazione. Per quanto concerne alleanza con l’UDC faccia chiarezza sulla schieramento.

Veltroni durante le politiche ha dato discontinuità in Iprinia.


De Luca: Plauso alla relazione di Franceschini, condivido impostazione e discontinuità nella continuità. Il Mezzogiorno al centro dell’agenda del Pd.

Credo nelle potenzialità dei territori, ma attenzione a non rincorrere vecchi miti, che oramai sono solo tali.

Atmosfera strana appena entrati nella Fiera di Roma che ha ospitato l’assemblea nazionale straordinaria, assise convocata all’indomani delle dimissioni di Walter Veltroni.

Molta apprensione, ma soprattutto incertezza, ma sono bastati pochi minuti, dopo le parole di apertura della capogruppo al senato Finocchiaro, le tensioni le paure man mano svaniscono. Si inizia a comprendere che si sta partecipando ad un momento decisivo, non solo per le sorti future del PD, bensì, decisivo per le sorti della democrazia in

Italia. Toccante il momento durante il quale la capogruppo al senato a ringraziato Veltroni, la platea si lasciata ad un lungo e sentito applauso.

3-de-luca

Si aprono i lavori con la proposta di decidere tra elezione del segretario nazionale o di procedere a primarie subito, cinque gli interventi per area di pensiero. Durante gli interventi si apre un po’ di bagarre tra i componenti dell’una e dell’altra parte, che vengono prontamente riprese in maniera strumentale da parte della stampa.

Dopo i vari interventi dei leader nazionali, tra cui Fassino, Parisi, Realacci. La platea si scatena in un applauso corale nel momento in cui prende la parola Gad Lehrner, il quale pur essendo favorevole alla soluzione delle primarie (parte minoritaria 17% della platea) ne ha per tutti.

Per Bersani del quale si meraviglia come non sia candidato oggi, ma soprattutto l’attacco più duro è nei confronti di Enrico Letta, il quale ha parlato di 8 settembre e nel frattempo va a Todi a stringere la mano a Ciriaco De Mita e L’UdC.

Si fissa l’ora per la presentazione delle candidature, 13.30. Dopo gli interventi si procede al voto delle due mozioni, vince la mozione dell’elezione con l’87%. Dopo il voto sulle mozioni, si apre il dibattito i primi ad intervenire sono i due candidati, Franceschini e Parisi.

Insieme al sen. De Luca folta la pattuglia degli irpini che hanno partecipato alla assise nazionale, Alberta De Simone, Luigi Famigletti, Franco Iovino, Toni Ricciardi, Michele Langastro, Gerardo Genua, Larra Lanni, Luana Evangelista, Valentina Paris e Fabio Minichiello, su tutti il segretario provinciale, Franco Vittoria.

Vittoria, intervenendo dal palco dell’assemblea, ha ribadito condividendone l’impostazione la relazione di Dario Franceschini ed in particolar modo quando, il segretario nazionale ha parlato di discontinuità nella continuità con la linea di Veltroni, ha dichiarato di cambiare radicalmente gli organismi nazionali puntando maggiormente sui territori e sulle rappresentanze territoriali.

Per quanto concerne le alleanze, dal palco della Fiera di Roma il segretario è stato categorico, il cambiamento e l’innovazione in Provincia di Avellino è stata già avviata con la stagione Veltroni durante le politiche, ma ora si punti con forza sui territori e sulle classi dirigenti che in essi si stanno e si sono formate in questi anni.

Il  Sen. De Luca “Condivido a pieno la relazione di Dario Franceschini, il quale ha dichiarato di innestare una discontinuità, nella continuità con la linea di Veltroni, soprattutto tenendo presente di tutte le sensibilità, ma poi in buona sostanza decidendo in maniera chiara e lineare, assumendosi a pieno le responsabilità.

Ho molto apprezzato che ha proposto durante la sua relazione, come già accennatomi qualche giorno fa, una maggiore attenzione al partito nei territori ed al suo radicamento. Su questo attenzione a rincorrere vecchi miti che oramai sono restano solo tali. Insomma, ritengo che Dario sia la persona giusta per guidare in maniera certa e forte il nostro partito.”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: