I Resistenti, con il Sud

PERSONALE SCOLASTICO CESSAZIONI DAL SERVIZIO DALL’1/9/2009: DIRETTIVA MIUR IN APPLICAZIONE ART. 72, COMMI 7 E 11 L. 133/08

Posted by Staff su febbraio 19, 2009

Il MIUR con la nota prot. n. 1821 dell’11/2 u.s. diretta ai Direttori degli USR ha diffuso la direttiva n.13 del 02.02.2009 (per visionarla cliccare qua: direttiva__13_del_2-2-2009 ) che, in applicazione dell’art. 72, commi 7 e 11, della Legge n. 133/2008, disciplina le cessazioni dal servizio del personale scolastico a decorrere dall’1/9/2009.

In tale nota viene:

  • precisato che la Direttiva è alla Corte dei Conti ed il MIUR si riserva di comunicare gli estremi di registrazione con le eventuali modifiche;
  • raccomandato di porre particolare attenzione al rispetto dei termini di preavviso che scadono entro la fine del corrente mese.

Nel rinviare alla completa lettura del testo della Direttiva in argomento , si riportano qui di seguito, gli aspetti salienti della stessa:

Applicazione del comma 7 dell’art. 72 (trattenimento in servizio oltre i limiti di età per il collocamento a riposo)

Personale docente, educativo ed ATA

L’istanza di trattenimento in servizio potrà essere accolta esclusivamente nei casi di mancato raggiungimento dell’anzianità contributiva minima o di quella massima di 40 anni entro il limite di età dei 65 anni.

Dirigenti scolastici

Il termine per la presentazione dell’istanza di trattenimento in servizio è fissato al 31 dicembre dell’anno solare precedente a quello del compimento del 65° anno. Pertanto, i Direttori degli Uffici scolastici regionali, pur applicando in via generale i criteri sopra indicati, valuteranno ulteriormente:

–   la circostanza che non si sia esaurita per ciascun dirigente l’efficacia temporale del contratto;

–   l’insussistenza nel triennio di eventuali situazioni di esubero a livello regionale;

–   la consistenza e qualità del servizio prestato con adeguata e documentata motivazione.

Applicazione del comma 11, dell’art. 72 (risoluzione del rapporto di lavoro per compimento dell’anzianità massima contributiva di 40 anni)

Personale docente, educativo ed  ATA

L’Amministrazione assume come prioritaria l’esigenza di evitare situazioni di esubero del personale nella classe di concorso, posto o profilo di appartenenza, nell’arco del triennio 2009-2011 durante il quale verranno poste in essere le riforme ordinamentali e la nuova organizzazione della rete scolastica.

Pertanto, i Direttori degli Uffici Scolastici Regionali, sulla base dei dati acquisiti al sistema informativo del MIUR, forniscono ai dirigenti scolastici, in tempo utile per l’adozione dei provvedimenti di competenza, tutti gli elementi utili a determinare l’esistenza o meno della situazione di esubero e la sussistenza, in capo a ciascuno dei soggetti interessati, del requisito dei 40 anni di anzianità contributiva. Qualora tale accertamento risulti intempestivo rispetto alla data di cessazione dal servizio, esso produce effetto  a decorrere dall’anno scolastico successivo.

La risoluzione è altresì immediatamente applicata  nei confronti del personale che versi in particolari situazioni (quali quello collocato permanentemente fuori ruolo per motivi di salute o nel caso di coloro per i quali sia valutata negativamente, con adeguata e documentata motivazione, la consistenza e qualità del servizio prestato).

Dirigenti scolastici

In prima applicazione, per quanto riguarda gli incarichi in essere, in presenza di situazioni di esubero conseguenti alla razionalizzazione della rete scolastica, con particolare riferimento al triennio 2009/2011, nonché nei confronti di coloro per i quali sia valutata negativamente, con adeguata e puntuale documentazione, la consistenza e la qualità del servizio prestato, l’Amministrazione procederà alla risoluzione del rapporto di lavoro, dandone comunicazione all’interessato nei termini previsti dall’art. 72, comma 11 e a condizione che siano state attivate le procedure di garanzia previste dall’art. 37 del CCNL dell’ Area V.

Con riferimento alla mancata risoluzione del rapporto di lavoro per coloro che abbiano maturato i quaranta anni di contributi, il direttore dell’Ufficio scolastico regionale, tiene conto della consistenza di eventuali uffici dirigenziali vacanti nell’ambito regionale, per i quali si dovrebbe far ricorso all’istituto di reggenza, o delle particolari situazioni delle istituzioni scolastiche interessate, che rendano opportuna la continuità di direzione da parte degli attuali titolari, in ragione della loro professionalità ed esperienza.

Annunci

Una Risposta to “PERSONALE SCOLASTICO CESSAZIONI DAL SERVIZIO DALL’1/9/2009: DIRETTIVA MIUR IN APPLICAZIONE ART. 72, COMMI 7 E 11 L. 133/08”

  1. nella said

    potrei avere il testo completo della direttiva miur?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: