I Resistenti, con il Sud

ROMA 8 gennaio 2009, GESTIONE PENSIONI PERSONALE DOCENTE, ATA E DIRETTIVO CON DECORRENZA DAL 01.09.2009: IL MIUR EMANA LE DIRETTIVE

Posted by Staff su gennaio 12, 2009

Sono stati pubblicati

Per visualizzarlo cliccare qua: dm-n-2-del-9-01-09-cessaz-2009

  • la C.M. n.3 relativa alle indicazioni operative.

Per visualizzarla cliccare qua: cm-pensioni-n-3-prot-198-del-9-01-09

Per quanto riguarda le questioni relative all’ applicazione dell’ art. 72 della legge 133/08 (trattenimento in servizio oltre i 65 anni e risoluzione del rapporto di lavoro al compimento dell’ anzianità massima contributiva (40 anni), l’ Amministrazione ha consegnato una bozza di provvedimento (per visualizzarla cliccare qua: bozza20direttiva2009_01_09)  che è incentrato sui commi 7 ed 11 del citato art.72:

1)  Comma 7 dell’art. 72 – Il trattenimento in servizio dei Dirigenti scolastici, del personale Docente, Educativo ed ATA, come noto, conferisce all’Amministrazione la facoltà di valutare l’opportunità del trattenimento in servizio, sulla base delle proprie esigenze organizzative e funzionali. Pertanto, l’istanza di mantenimento in servizio potrà essere accolta esclusivamente in casi di mancato raggiungimento dell’anzianità contributiva minima o massima di 40 anni, nel limite del compimento del 65° anno di età. Il dott. Chiappetta ha precisato che tale valutazione potrà essere operata dall’Amministrazione solo al compimento del 40° anno effettivo di contribuzione e non prima.

2)      Comma 11 dell’art. 72 – Il Direttore Generale ha posto come prioritaria l’esigenza per l’Amministrazione di evitare situazioni di soprannumero del personale nella classe di concorso, posto o profilo di appartenenza, nell’arco temporale 2009/2011. Nel corso di tale triennio saranno poste in essere le riforme ordinamentali e la riorganizzazione della rete scolastica. In tale ipotesi non saranno concessi trattenimenti in servizio e l’Amministrazione, nei prossimi giorni, avvierà un monitoraggio presso gli USP per una verifica delle anzianità contributive di tutto il personale, ai fini di una applicazione puntuale e rigida della norma.

La risoluzione del rapporto di lavoro sarà immediatamente applicata nei confronti del personale collocato permanentemente fuori ruolo per motivi di salute e per coloro che hanno subìto una valutazione negativa del servizio prestato.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: