I Resistenti, con il Sud

AVELLA, 31.10.2008: MASELLI ALLA PRESENTAZIONE DELL’ ASSOCIAZIONE “ VOLERE DEMOCRATICO”

Posted by Staff su novembre 1, 2008

Nella sala del Consiglio comunale di Avella, folta partecipazione alla manifestazione indetta per la nascita dell’associazione “Volere Democratico”.

 

Tra il pubblico, Russo ultimo segretario prov.le dell’ex D.S., Enzo Alaia già assessore provinciale all’agricoltura.

 

“Volere Democratico” è un’associazione che è nata – inizia così la sua introduzione il presidente, D’Avanzo – per creare un momento di ascolto da offrire alle istituzioni, con l’intenzione di colmare il solco tra cittadinanza attiva ed amministratori.

 

Offrire domande alla politica per avere risposte – continua il presidente – è uno degli obiettivi che ci siamo posti, perché abbiamo constatato la mancanza di un luogo in cui si discute di queste cose.

Gli altri intervenuti nel dibattito fotografano un’assenza di partecipazione ai lavori del Consiglio Comunale locale, “segno di disaffezione ed insofferenza per gli organismi istituzionali”.

 

Russo discetta sulla politica come “ricerca del bene comune”, parla di una “politica intesa come servizio, non come un mezzo di cui servirsi”.

C’è chi attribuisce la fioritura delle associazioni alla necessità di supplire all’assenza dei partiti nell’assolvere ai propri compiti sul territorio, c’è chi, invece, e l’osservazione viene da un giovane intervenuto nel dibattito, individua le associazioni come forme escogitate dai “settari e trombati dai partiti” per rimettersi in gioco.

 

Qualche altro individua nella nascita delle associazioni una forma di “involuzione delle associazioni politiche, per certi versi forme correntizie per condizionare i partiti”. Gli associati spesso si “pongono a giudici del loro operato”.

 

La maggioranza degli interventi è comunque orientata a considerare in maniera positiva questa forma associativa, perché la individuano come un mezzo che favorisce la partecipazione dei cittadini alla vita delle rispettive comunità.

 

 

Tra questi è da ascriversi l’intervento di franco Maselli, presidente dell’ente “Alto Calore Servizi” e voce autorevole e rappresentativa del PD della provincia di Avellino.


 

A chi fra i partecipanti al dibattito ha lamentato “l’assenza di una democrazia partecipativa della cosiddetta società civile che pure si era evidenziata nelle primarie del PD in provincia di Avellino”, il presidente Maselli ha replicato che è stata proprio la “società civile” che in quel frangente si è piegata “inginocchiandosi al cospetto di un capo”, nonostante egli avesse offerto, con la sua candidatura alternativa, la possibilità di esprimersi in maniera diversa.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: