I Resistenti, con il Sud

FRANCO MASELLI, presidente dell’Alto Calore Servizi ed esponente di spessore del Partito Democratico irpino con un’ intervista a tutto campo al “Corriere dell’Irpinia” disegna il tracciato verso le amministrative 2009

Posted by Staff su ottobre 29, 2008

Franco Maselli, presidente dell’Alto Calore Servizi ed esponente di spessore del Partito Democratico irpino disegna il tracciato verso le amministrative 2009. E rilancia una proposta avanzata nelle scorse settimana dalla “Sinistra Riformista”: le primarie di coalizione, unica possibilità a suo avviso, per superare lo scoglio di chi candidare a Provincia e Comune in casa centrosinistra.

Maselli inoltre lancia un monito al suo partito, riprendendo una sua vecchia battaglia: quella dei doppi e tripli incarichi. «Nessuna ambiguità – avverte – il partito faccia chiarezza sui troppi ruoli spesso convogliati ad un’unica persona».

Maselli, allora il Pd esce rinvigorito o no dai tre giorni di festa provinciale?
«E’ stata una tre giorni nella quale si sono discussi alcuni temi interessanti della vita politica della nostra provincia, ma alla fine sembra che non si sia parlato di nulla. Questa è la sensazione che ricavo ascoltando e leggendo».


Si spieghi meglio.
«Il Pd irpino si sta muovendo sui temi dei rifiuti, della sanità e di molte altre questioni di stretta attualità. Ma poi tutti gli sparano contro: polemiche di basso profilo.

Penso che ci sia un eccesso di attesa nei confronti del Pd. Ma siamo di fronte ad un partito giovane, che sta maturando. Forse molti aspettano che cada? Io mi batterò affinchè resti saldo sulle sue gambe».

La conferenza programmatica di fine mese come occasione di coagulo interno e con il centrosinistra? Finalmente si parla di quei programmi tanto osannati..
«Non caricherei di troppe attese questo appuntamento. Ci si confronta, si fanno proposte, ma nulla di trascendentale. Noi possiamo programmare quanto vogliamo, ma se le chiavi della programmazione sono in mano ad altri…».


A chi si riferisce?
«Noi possiamo proporre belle cose per l’Irpinia, ma se la Campania ha in mano il pallino delle operazioni così come è stato per il sestennio passato, mi riferisco ai fondi europei 2000-2006, allora…Insomma comincio a sorridere di fronte a chi parla di programmi con una certa ridondanza.

I programmi li fa l’Unione Europea, molto il governo italiano, alcuni la Regione. Bisogna ritagliarsi uno spazio in questi programmi che disegnano per noi. Ma se la Regione Campania vuol fare la piattaforma logistica a Benevento anzichè in Valle Ufita…dovremo fare solo delle lotte politiche per evitare che ciò accada».

E l’Irpinia è pronta per battagliare?
«Le nostre armi sono spuntate: noi non abbiamo rappresentanti regionali perchè lo ha deciso Bassolino su suggerimento di qualcuno di Avellino.

A livello nazionale non abbiamo potuto contare su tre-quattro parlamentari come per le altre province. I programmi sono alla portata, ma quello che mi interessa è cosa gli enti locali possono fare per la provincia di Avellino».


Il partito in questo contesto che ruolo deve svolgere?
«I partiti politici più in generale devono recuperare il rapporto con i cittadini, garantendo l’imparzialità della pubblica amministrazione, l’efficienza della stessa.

Il cosiddetto capitale sociale dipende dalla programmazione che facciamo noi, più di quella che ci prospettano gli altri. Da questo punto di vista si dimostra capacità programmatica nel Pd irpino».


Maselli sa bene che ci sono difficoltà politiche nel centrosinistra, non basta la convergenza sui programmi e il tavolo dei segretari per ora non ha sortito gli effetti sperati.
«Ma come si fa a discutere con chi arriva con le pregiudiziali sui nomi, con chi arriva con la riserve mentali e pensa che si tratti di un imbroglio, con chi viene pensando che prima o poi deve operare una rivincita sul Pd.

Il nostro partito ha assunto questa iniziativa e tutti ne sono scontenti – addirittura qualcuno ha già fatto le candidature senza aspettare agli altri.

Accusano il Pd e hanno i candidati a sindaco pronti. E come se non avessero avuto lezioni dalla storia: con le pregiudiziali non si va da nessuna parte. Il Pd vi sta imbrogliando? Da questo momento in poi il Pd fa la sua politica. Si va alle elezioni così come capita».


Dice lei: andare da soli primo turno non è una tragedia..
«E’ una tragedia perchè vince la destra, ma questo problema se lo pone solo il Pd, mentre gli altri sparano a zero su di noi.

Perderemo le elezioni, e faremo cinque anni di opposizione e quei cinque anni faranno meditare tutti sugli errori commessi.

E’ allucinante quello che succede. Guardi, tengo a precisare che questa è un’opinione molto personale e non impegna il partito».


Tra veti incrociati e candidati già scritti le acque sono troppo agitate..
«Le faccio l’esempio della posizione di Sd. Personalmente la leggo con rispetto. Ma ricordo che è la stessa posizione di nove anni fa, quando si pretendeva prima il giudizio sull’operato degli uscenti e poi discutere del resto.

Alla fine quando esprimemmo il giudizio sull’operato degli uscenti il castello crollò: Anzalone non fu candidato alla provincia e la coalizione non si fece».


Le primarie di coalizione risolvono il rebus?
«Sono assolutamente convinto che si debbano fare. E’ l’unico modo per il Pd, per evitare di presentare i nomi degli uscenti in maniera rigida e urtando suscettibilità dei possibili alleati. Ci consentono di sgombrare i dubbi sui candidati.

 Però tutti devono dire prima se stanno nella coalizione di centrosinistra. Poi stabiliamo insieme il metodo per la designazione dei candidati e nel merito si discute delle cose da fare, prima di carattere comportamentale e poi programmatico».

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: