I Resistenti, con il Sud

CONFSAL: L’OPINIONE DEL SINDACATO SULLA LEGGE DI CONVERSIONE DEL DECRETO LEGGE 1° SETTEMBRE 2008, N. 137

Posted by Staff su settembre 19, 2008

Considerazioni preliminari

 

Il nostro Paese deve puntare sulla centralità della scuola che deve essere

considerata:

                  leva strategica primaria per lo sviluppo civile, culturale ed

economico

 

                  infrastruttura prioritaria e quindi settore di investimento e non di  

        risparmio.

 

 

 

In Italia serve una svolta nelle politiche dell’educazione. Qualificare la spesa

nell’istruzione non significa “tagli”, ma lotta agli sprechi e alle diseconomie e

investimenti mirati.

 

 

Quello che è prioritario è fronteggiare l’emergenza educativa del nostro

Paese, non un’ennesima riforma, tanto meno una riforma a colpi di leggi

finanziarie, di decreti-legge e voti di fiducia.

 

 

Una scuola “seria e credibile” deve avere intorno a sé consenso e unità

d’intenti.

 

Occorrono innovazioni significative che devono tenere conto che

l’investimento in educazione richiede tempi lunghi e che le politiche e le

misure devono anche prevedere le ricadute sul funzionamento della scuola e

sul lavoro del personale e garantire le condizioni per la loro attuazione.

 

 

E’ necessario, allora, ripristinare: la “serietà degli studi”, il riconoscimento

sociale e la rivalutazione delle professionalità di tutto il personale della

scuola, anche sul piano economico, e la sburocratizzazione del loro lavoro.

 

 

La Confsal ha per questo apprezzato l’iniziativa del Governo su:

 

 

·    il mantenimento dell’obbligo del recupero dei debiti formativi;

 

 

·     la valutazione del comportamento degli allievi con la

      

       reintroduzione del “voto di condotta;

 

 

·     la valutazione delle singole materie con il voto in decimi.

 

 

 

Anche in questa sede la Confsal ribadisce che la ricerca di possibili economie

non deve intaccare né la qualità del servizio né la necessaria tutela del

personale che si realizza con una sostanziale tenuta degli organici.

 

 

Per questo esprime un netto dissenso per il metodo adottato che ha impedito

un serio confronto con i rappresentanti del mondo della scuola su materie

relative a scelte pedagogico-didattiche, metodologiche e al tempo scuola.

 

 

Il confronto potrebbe portare, invece, all’individuazione di economie di spesa

compensative basate su una pluralità di interventi (come ad esempio:

      abbattimento della spesa per supplenze brevi; economie derivanti dal

    

        tourn-over;

      eliminazione delle esternalizzazioni; migliore utilizzazione di una

serie di fonti di finanziamento dei progetti) che consentirebbero la

creazione di un organico d’istituto funzionale pluriennale con il

mantenimento dei livelli occupazionali, la stabilità del personale e il

riassorbimento del  precariato. Tutti elementi essenziali per l’effettivo

esercizio della qualità  della scuola e l’ottimizzazione delle risorse umane

e finanziarie.

 

 

 

 

Così come le intese interistituzionali, in particolare con Regioni ed Enti

locali, potrebbero portare a interventi mirati per determinare la rete delle

istituzioni scolastiche  e dell’offerta formativa adeguata ai reali fabbisogni e

alle caratteristiche dei territori realizzando economie ma senza interventi

penalizzanti per gli studenti e le famiglie.

 

 

Gli interventi legislativi, soprattutto quelli di iniziativa governativa,

dovrebbero essere strettamente connessi alla valorizzazione del personale.

 

 

Non si può non ricordare che il CCNL per i docenti e ATA è scaduto dal

dicembre 2007 e che quello per i dirigenti scolastici è scaduto dal dicembre

2005.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: