I Resistenti, con il Sud

S. Angelo dei Lombardi 15.09.2008, Centro Sociale: il PD a convegno sul tema”GIOVANI e TERRITORI”

Posted by Staff su settembre 15, 2008

S. Angelo dei Lombardi lì, 15.09.2008

 

 

 Il tavolo del confronto viene inaugurato dall’avvocato Giuseppe Trimonti, segretario del partito santangiolese.

 

 

Il tema dibattuto è “giovani e territorio”, fra i più sentiti nella nostra provincia. “questo è un binomio che viene messo in evidenza soprattutto dall’attualità”. Inevitabile il riferimento alla discarica di Pero Sperone e alle posizioni del partito in tal senso.

 

 

Il mondo giovanile si collega con varie tematiche, è un terreno fertile che da la possibilità di aprire una vasta gamma di argomenti.

 

 

Nella nostra Irpinia la disoccupazione giovanile e il disagio cresce a dismisura e lo spopolamento contribuisce in egual modo. La fotografia del territorio ritrae un’Irpinia mortificata dalla disoccupazione, dal disagio, da un non interesse del mondo giovanile alla cosa pubblica.

 

 

I giovani sono tenuti i considerazione nella misura in cui si consente loro di partecipare, e un riconoscimento giuridico della partecipazione è il solo mezzo per avvicinare i giovani alla politica.

 

 

La Carta europea dei giovani è lo strumento giuridico di partecipazione, ma bisogna sollecitare la politica locale affinché questo avvenga. Propongo di portare avanti dei progetti e dare loro concretezza.

 

 

Dora Garofalo prende parte al dibattito in qualità di dirigente scolastico, parla di scuola e formazione, cultura e valorizzazione del vivere civile nel rispetto della legalità. Le strategie suggerite per offrire ai giovani più ampie possibilità nel mondo del lavoro partono incondizionatamente dalla cultura e dalla formazione. Ruolo predominante della cultura .

 

 

Toni Ricciardi dell’esecutivo provinciale si dichiara critico nei confronti della sua generazione, “non posso accettare di delegare le prospettive per il mio futuro. Bisogna creare con forza prospettive nuove. Progettare spingere e costruire il proprio futuro, proporre e inventare. La nuova classe dirigente non può chiedere che altri facciano per noi. La sfida è recuperare un senso di indignazione per ciò che accade e per la discariche e per il Presidio Ospedaliero. di Sant’Angelo. Occorre reinventare e riproporre nuovi modelli e soluzioni diverse”.

 

 

In linea con Ricciardi, Paola Flammia, ripercorrendo, l’esperienza amministrativa, ha sottolineato la necessità di investire su politiche giovanili, rivolte alla valorizzazione dei talenti del territorio.

 

 

Il sindaco di Frigento Luigi Famiglietti, ha parlato di potere di aggregazione del partito, e di registrazione di un dato positivo riguardo alla partecipazione dei giovani. È intervenuto sulla questione della piattaforma logistica in Valle Ufita. “Esistono forze sane in questa provincia, e bisogna cominciare a correre. Facciamo parte di un grande partito e non di una rappresentanza provinciale”.

 

 

 

Il delegato provinciale Saverio Lucido compie un’analisi del binomio giovani territorio, definendola come la componente più martoriata della società.

 

“La nostra Irpinia vive quotidianamente l’emigrazione forzata, sia per ragioni di studio che per lavoro, e non si riesce a porre un freno allo spopolamento del territorio.

 

La politica e il nostro Pd devono saper rispondere alle esigenze giovanili, offrire delle soluzioni concrete e reali.

 

 

Centri di aggregazione, incontri culturali, riscoperta di storia e tradizioni, potenziamento dei collegamenti, attrezzature sportive sono solo alcune delle proposte di cui il PD deve farsi portavoce.

 

 

Ad esempio, il silenzio sulla questione sanità  e su quella dei rifiuti da parte di politici regionali è imbarazzante.

 

 

E’ necessario che il Pd entri nella logica della difesa del territorio per rafforzare le proprie radici e conquistare la fiducia dei giovani. È giusto sottolineare inoltre che il Pd combatte per il Formicoso non per utenza elettorale ma per un’ideale di libertà.

 

 

Alessandro Di Pietro, ricordando la sua esperienza politica, alla quale è stato avvicinato da Gerardo Bianco, si dichiara convinto della adesione al Partito democratico, consapevole che questa sia la scelta giusta.

 

 

Interviene Giancarlo Cetta illustrando ai presenti le motivazioni per cui si è scelto questo tema, definendo i giovani come traghettatori verso una svolta per il futuro.

 

 

Segue il segretario di Paternopoli Andrea Forgione il quale dibatte su metodologie per avvicinare il mondo dei giovani alla politica e alla necessità di intervenire in tal senso per evitare che questi vivano intense stagioni di abbandono.

 

 

Rosa Anna Repole, esecutivo provinciale, condivide in pieno i temi affrontati nei diversi interventi, e di dichiara soddisfatta sia del lavoro svolto dai dipartimenti, sia della partecipazione politica giovanile. Accenno della Repole alla polemica suscitata da dichiarazioni diffamatorie nei confronti di due associazioni afferenti al volontariato.

 

 

Massimiliano Manfredi, responsabile attività programmatiche Pd, si dichiara colpito dagli interventi “risultato elettorale significativo dato da questo territorio, che secondo le statistiche registra dati positivi di partecipazione.

 

 

Il Pd non è un partito nuovo, ma un nuovo partito, che cambia e pone al centro del’obiettivo un rinnovamento della politica stessa.

 

 

Questo è un Paese vecchio dal punto di vista del ricambio generazionale in tutti i settori; siamo arrivati ad un punto in cui è necessario cambiare.

 

 

Il Pd nasce per scegliere la propria classe dirigente sfruttando la partecipazione.

 

 

Facciamo emergere la sofferenza con cui abbiamo costruito un partito, vogliamo essere il motore di questo Paese per cambiare rotta.

 

 

Introduciamo il concetto di generosità nella classe politica perché  il tessuto che si rigenera è un elemento di forza del partito. Pazienza e ambizione nello svolgere un lavoro oneroso e particolarmente lungo.

 

 

Dobbiamo disegnare la nostra società, dobbiamo avere la capacità di cambiare. E’ necessario un atto di coraggio da parte di personalità forti, il Pd nasce in un momento difficile, ma è solo un incentivo a fare sempre di più, a perseguire una battaglia culturale.

 

 

Sen. Enzo De Luca, segretario Commissione Ambiente, chiude gli interventi, parlando di rivoluzione e di necessità di trasmettere quanto più si può offrire dal punto di vista della partecipazione.

 

 

Dobbiamo culturalmente liberare la nostra realtà, la logica di riferimento ci ha fatto pagare lo scotto di ritardi culturali. Facciamo uno sforzo per ridurre i segmenti della società. La sfida del partito democratico è quella di coinvolgere il cittadino, che precedentemente non ascoltava. In Irpinia siamo stati soggetti ad una logica di partito che non ci può essere più.

 

 

Abbiamo il tempo di insediare sul territorio un partito diverso, che elimina tensioni e scontri. Abbiamo molte rappresentanze dettate dalla legge elettorale vigente.

 

 

Accenno alla questione rifiuti in procinto di esplodere anche in Lazio e in Sicilia, come segno di responsabilità governative a livello generale.

 

 

I temi affrontati: tema della prospettiva politica della primavera, amministrative, collegi provinciali; conferenza programmatica per riscrivere l’Irpinia; consulta degli amministratori che in questa fase deve sopperire all’assenza della Provincia.

 

 

Non è mancato il passaggio sulle alleanze, aperto a tutte le disponibilità e in questo il PD deve lavorare in maniera convinta senza pregiudiziali, ma ponendo le basi per alleanza su basi programmatiche.

 

 

Inoltre, si è detto contrario alla logica delle correnti, soprattutto se basate su presupposti ideologici che fanno riferimento a modelli dell’800 che, ormai, non sono più in grado di interpretare le vere esigenze dei territori.

 

 

Dunque in sintesi, grande apprezzamento per la nuova classe dirigente che si sta affermando nei territori, attraverso la quale, riusciremo a liberare le energie del Mezzogiorno per costruire il partito.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: