I Resistenti, con il Sud

ESONERO AMMINISTRATORI DEGLI ENTI LOCALI: NUOVE REGOLE

Posted by Staff su settembre 8, 2008

NOTA OPERATIVA INPDAP RELATIVA ALL’ ESPLETAMENTO DEI MANDATI ELETTIVI AMMINISTRATIVI

Per visualizzare la norma del TestoUnicoEntiLocali clicca quì tuel

Per visualizzare la nota esplicativa dell’INPDAP clicca quì 18-07-2008-notaop06

 

Come è noto la legge 24 dicembre 2007, n.244 (legge finanziaria 2008) all’art. 2, comma 24, ha modificato l’art. 81 del T.U.E.L., disciplinante l’espletamento dei mandati elettivi amministrativi con riflessi anche sugli adempimenti contributivi.

 

L’INPDAP, con la nota operativa n. 6 del 18/7 u.s., in materia, ha fornito precisazioni che sinteticamente si riportano qui di seguito:

AMMINISTRATORI LOCALI AVENTI DIRITTO ALL’ASPETTATIVA E ALLA COPERTURA CONTRIBUTIVA

E’ limitata la possibilità di collocamento in aspettativa non retribuita di soggetti lavoratori dipendenti, per il periodo di espletamento del mandato amministrativo, alle seguenti cariche amministrative locali:

sindaci, presidenti delle province, presidenti dei consigli comunali e provinciali, presidenti dei consigli circoscrizionali delle aree metropolitane, presidenti delle comunità montane e delle unioni di comuni, nonché membri delle giunte di comuni e province.

 

Per tali figure di amministratori locali l’obbligo contributivo è a carico dell’amministrazione locale presso cui viene espletato il mandato, ad eccezione degli assessori di comuni con popolazione inferiore a 10.000 abitanti e dei presidenti di consigli di comuni con popolazione inferiore a 50.000 abitanti, per i quali l’obbligo contributivo è carico dell’amministrazione di appartenenza che ha concesso l’aspettativa.

 

La quantificazione degli oneri contributivi deve essere effettuata sulla retribuzione virtuale corrispondente a quella che il dipendente avrebbe percepito se fosse stato in servizio attivo.


AMMINISTRATORI LOCALI AVENTI DIRITTO ALL’ASPETTATIVA CON COPERTURA CONTRIBUTIVA A PROPRIO CARICO

I consiglieri dei comuni anche metropolitani e delle province, nonché i consiglieri delle comunità montane, possono parimenti essere collocati in aspettativa non retribuita per l’intero periodo di espletamento del mandato.

 

 

In tali ipotesi il collocamento in aspettativa comporta l’assunzione, a carico del lavoratore eletto consigliere, dell’obbligo dell’intero pagamento degli oneri contributivi (quota ente + quota dipendente), oltre che di ogni altro obbligo previsto dall’art.86 del Testo Unico Enti Locali (T.U.E.L.).

 

L’amministrazione locale presso cui viene svolto il mandato, ancorchè non obbligata al versamento della quota a proprio carico, provvederà al versamento dei contributi, previa acquisizione della relativa delega da parte dell’eletto, iscritto a questa gestione previdenziale, oltre che alla denuncia mensile analitica.

AMMINISTRATORI DI ENTI LOCALI NON RICOMPRESI NELL’ART.81 MODIFICATO

Le restanti figure di amministratori locali contemplate nell’elencazione contenuta nell’art.77 del T.U.E.L. e non incluse nella innovata disciplina (ad esempio i membri delle giunte metropolitane, assessori delle comunità montane, ecc..) non hanno alcun diritto all’aspettativa.

Il testo completo della nota operativa riportante le modalità di compilazione del DMA (Denuncia Mensile Analitica), le modalità di versamento e gli articoli del TUEL relativi alla questione sono allegati.

 

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: