I Resistenti, con il Sud

Circolo Cittadino del Partito Democratico “Martin Luther King” di Paternopoli

Posted by Staff su settembre 4, 2008

UNA  RISPOSTA  CHIARA  ALLA  POLITICA  DELLA  MISTIFICAZIONE

 

 

Il P.D. di Paternopoli in riferimento alle dichiarazioni rese alla stampa dal neo assessore del Comune di Paternopoli Giovanni Fiorentino, fa formalmente presente quanto segue.

 

 

 

 

A Paternopoli il P.D. è presente con un circolo regolarmente costituito, conta 131 aderenti-sottoscrittori che alle ultime elezioni primarie hanno regolarmente eletto un segretario, una segreteria ed una convenzione comunale composta da sette uomini e sette donne, di cui non fa parte il neo assessore Giovanni Fiorentino.

 

 

Alle ultime primarie la convenzione comunale all’unanimità ha nominato il consigliere comunale Dott.ssa Annarita Colantuono, all’epoca assessore alla cultura, quale capogruppo del P.D. in consiglio comunale, dandole mandato di notificare la nascita del gruppo consiliare.

 

 

La Dott.ssa Annarita Colantuono nel primo consiglio comunale utile ha dato corso al mandato costituendo, insieme al consigliere comunale Avv. Antonio Rauzzino, il gruppo del P.D., mentre nella stessa seduta di consiglio Giovanni Fiorentino si è costituito in gruppo autonomo ed indipendente, composto solo dalla sua persona.

 

 

Fallita la possibilità che vi fosse una verifica politica, insistentemente richiesta dal P.D. e sempre negata dal sindaco e dal suo gruppo demitiano, ed in presenza di una ottusa volontà politica dell’amministrazione demitiana di realizzare il P.I.P. con annessa discarica industriale in località Fornaci, adiacente al plesso scolastico, al campo sportivo, alla casa canonica, alle nuove case popolari ed alla zona residenziale di via Serra, dopo numerosi incontri della convenzione comunale, il P.D. di  Paternopoli ha deciso all’unanimità di uscire dalla maggioranza amministrativa.

 

 

Conseguentemente ed in maniera coerente la Dott.ssa Annarita Colantuono, capogruppo del P.D., e l’Avv. Antonio Rauzzino, consigliere comunale del P.D., hanno proceduto a notificare l’uscita del P.D. dalla maggioranza al Sindaco, alla segretaria comunale ed ai capigruppo consiliari, insieme alle dimissioni della Dott.ssa Annarita Colantuono dal ruolo di assessore alla cultura, al turismo ed alle politiche sociali.

 

 

In risposta il Sindaco ha indetto il consiglio comunale del 1 settembre 2008, nel corso del quale ha autonomamente nominato Giovanni Fiorentino nuovo assessore alla cultura, al turismo ed alle politiche sociali, in sostituzione della dimissionaria Dott.ssa Annarita Colantuono capogruppo del P.D.

 

 

Mercoledì 3 settembre apprendiamo dalla stampa a tiratura provinciale che Giovanni Fiorentino si autodefinisce assessore in quota P.D.

 

 

Siamo alla più completa follia politica.

 

 

Ci chiediamo quale organismo statutariamente eletto del P.D. abbia dato mandato a Giovanni Fiorentino di agire in tal modo.

 

 

Infatti il P.D. di Paternopoli, nei suoi organismi statutariamente eletti, come si è appena detto, si è collocato fuori dalla maggioranza, ed ha intenzione di svolgere un ruolo di opposizione ferma ed intransigente all’attuale amministrazione comunale.

 

 

Giovanni Fiorentino accettando di sostituire il capogruppo del P.D. nel ruolo di assessore ha consumato un’azione di vero sciacallaggio politico, mentre nel presentarsi come neoassessore in quota P.D. compie un’azione di mistificazione politica.

 

 

 Se si considera che i trascorsi politici nel P.D. di Giovanni Fiorentino erano tali solo nella misura in cui era il luogotenente di Giuseppe De Mita, oramai insieme al celebre zio acerrimo avversario del P.D., e che oggi è diventato assessore in una giunta di monocolore dichiaratamente demitiana, appare evidente che egli è il sicario politico della satrapia di Nusco, che viene sotto mentite spoglie con il preciso mandato di seminare scompiglio, creando confusione nel panorama politico, con l’obiettivo di bloccare il processo di rinnovamento ed innovazione del P.D. e di puntellare il residuale potere politico che risale al vecchio sistema della D.C..

 

 

Alle democratiche, ai democratici ed alla cittadinanza tutta di Paternopoli e dell’Irpinia rivolgiamo l’invito a diffidare delle alchimie dei novelli ciarlatani politici che, da un lato, tentano di riciclarsi e, dall’altro, continuano ad alimentarsi voracemente succhiando dalla vecchia mammella politica.

 

 

A Giovanni Fiorentino rappresentiamo la nostra pressante esigenza di difendere la coerenza e l’onorabilità del P.D..

 

 

Pertanto lo invitiamo ad astenersi dal dichiarare che egli è assessore in quota P.D., mentre il P.D. è uscito dalla giunta e si è collocato all’opposizione, altrimenti saremo costretti ad agire contro tale mistificazione, non escludendo le vie legali.

 

 

Laddove Giovanni Fiorentino volesse effettivamente e veramente aderire al P.D., prenda contatto con i dirigenti e gli attivisti del P.D. di Paternopoli, aderisca formalmente al gruppo consiliare del P.D., coordinato dalla nostra Dott.ssa Annarita Colantuono, si dimetta dal ruolo di assessore rimettendo la delega nelle mani del Sindaco, si collochi in opposizione all’attuale amministrazione comunale, e solo allora sarà un vero democratico in sintonia con il partito e con l’ampia base democratica che a Paternopoli attivamente sostiene il P.D. fin dalla sua nascita.

 

 

Tanto si doveva per chiarezza. Nel congedarci auguriamo al neoassessore Giovanni Fiorentino buon lavoro e grandi successi politici, anche se, data la sua attuale compagnia politica, nutriamo forti dubbi che ciò avvenga.

 

 

Per il circolo M. L. King del P.D. di Paternopoli:

il segretario del circolo M. L. King e delegato regionale del P.D. Andrea Forgione;

il vicesegretario del circolo M. L. King, Raffaele Giusto;

il presidente del circolo M. L. King, Dott. Roberto Palermo;

la convenzione comunale del P.D. di Paternopoli.

 

 

Annunci

Una Risposta to “Circolo Cittadino del Partito Democratico “Martin Luther King” di Paternopoli”

  1. domenico said

    Amici democratici, stiamo attenti che nelle nostre fila ci sono ancora molti infiltrati di De Mita.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: