I Resistenti, con il Sud

BUFERA ALL’ALTO CALORE SERVIZI DI AVELLINO: Anche Le Rsu tuonano:«Alto Calore, bloccate quelle promozioni»

Posted by Staff su agosto 31, 2008

Scoppia una nuova bufera all’Alto Calore Servizi.

A scatenarla sono le Rsu, rappresentanze sindacali unitarie, attraverso una nota inviata al presidente Donato Madaro, verso cui viene puntato l’indice, e per conoscenza alla Procura della Repubblica di Avellino, alla Corte dei Conti, ai sindaci, al direttore generale della società.

La Rsu afferma di essere «venuta a conoscenza che si vuole gratificare, con atto unilaterale, un certo numero di lavoratori interni alla società, con promozioni a livelli superiori, in assenza totale di confronto sindacale» e pertanto «denuncia questo stato di cose ed avvia tutte le procedure legali del caso», si legge nella lettera indirizzata a Madaro che ne è ritenuto «responsabile».

Ed ancora: «Tale situazione se concretizzata tocca l’inverosimile, in quanto nei mesi passati questa rsu ha già contestato al presidente Madaro l’avanzamento di carriera per le persone sponsorizzate dalla politica e vicine al presidente.

Sono atti, se deliberati, che debbono essere portati all’attenzione della Procura della Repubblica per tutte le conseguenze del caso».

Le Rsu a firma di Pino Famiglietti criticano Madaro «che a pochi giorni dal cambio di gestione amministrativa pone in essere in forma unilaterale provvedimenti di ogni genere che vanno oltre l’ordinaria amministrazione e che quindi debbono essere perseguiti per legge in tutte le sedi opportune».

Per tale motivo, secondo il sindacato, «si assumerà tutte le conseguenze morali e patrimoniali».

Infine, l’appello al senso di responsabilità: «Non faccia più di quello che ha già fatto, ragioni per l’ultima volta e se possibile prenda le distanze da quella parte politica che oggi la tiene in ostaggio. Non prenderà alcun beneficio per quello che sta facendo. Noi dobbiamo difendere tutti i lavoratori ed il posto di lavoro».

Una pesante denuncia nei confronti di Madaro è arrivata anche dall’Ugl che parla di «atti irresponsabili», in riferimento a «dieci nuove assunzioni», eppure a loro dire «il presidente aveva proclamato una politica gestionale di risanamento, denunciando esuberi del personale per 150 unità.

Aveva chiesto allo stesso personale sacrifici economici per il riesntro delle esposizioni debitorie (si parle di milioni di euro).

«Ritengo sia giusto il richiamo al senso di responsabilità – commenta il coordinatore dell’opposizione in Regione, Franco D’Ercole -. Continuo comunque a sperare che il presidente Madaro possa non prendere decisioni del genere che non so quanto siano fondate. In ogni caso, provvedimenti di questo tipo spettano alla dirigenza della società con pieni poteri».

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: