I Resistenti, con il Sud

SUL TESSERAMENTO DEL PD IN IRPINIA, MASELLI: TESSERAMENTO FALSATO, IL PD PARTE MALE

Posted by Staff su giugno 13, 2008

Ieri si è chiuso il tesseramento. Dai numeri, si parla di ben 17.000 tessere, sembra un vero e proprio successo.

E’ soddisfatto di questo risultato?

«Da una a parte devo dire di sì, dall’altra mi preoccupa».

Come mai la preoccupa?


«Indubbiamente mi fa piacere che siano diciasettemila, quasi il doppio del tesseramento di due partiti mesi insieme. Voglio però sperare che siano tutte adesione spontanee. In qualche caso, però, sono a conoscenza che non sono del tutte spontanee. Mi risulta che ci siano state iscrizioni direttamente sui comuni il che è una cosa molto grave».
 

 

Alcuni esponenti del Partito democratico, penso ad esempio ad Amalio Santoro, hanno parlato di un tesseramento gonfiato con nomi che sono stati presi anche dagli elenchi telefonici. Come stanno realmente le cose??


«Dagli elenchi telefonici non saprei dirlo, io ho fatto riferimento a nomi presi dall’anagrafe».
 

 

Se le cose stanno davvero così, non le sembra che sia un congresso pilotato?


«Più che è pilotato c’è il tentativo di far valere la conta delle tessere. Qualcuno, e non so se siano episodi isolati o generalizzati, ha tentato di far valere la forza della persuasione a iscriversi nei confronti di persone che non hanno la voglia di partecipare o di investire per fare tessere virtuali. Io lancio una proposta: siccome non so se tutti sono consapevoli di avere aderito al Pd propongo di pubblicare in ogni comune i nomi degli iscritti al Partito democratico. Mi risulta, inoltre, che alcuni non hanno pagato la tessera. Addirittura qualcuno mi ha detto che anche questa mattina (ieri per chi legge ndr.) sono state prese adesioni malgrado il regolamento abbia imposto che si dovevano chiudere il 10 giugno alle ore 18,00)».
 

 

Se le cose stanno davvero così, come parte il Partito democratico irpino?
«Parte con tutti i vizi dei vecchi partiti.

Ad Altavilla Irpina i miei figli hanno dovuto pubblicamente denunciare l’azione di prevaricazione che è stata fatta nei loro confronti, e nei confronti di altri ragazzi del posto, dallo stesso partito. E’ una cosa gravissima che mette in luce un clima da caccia alle streghe. Ci sono persone che voglio affermare la loro egemonia usando i muscoli solo perché non hanno idee».
 

 

Come candidato alla segreteria provinciale del Pd, per il momento circola solo il nome di D’Andrea, lei sarebbe disposto a candidarsi per ricoprire tale ruolo?


«No, assolutamente no. Anche se, ad essere sincero, questi episodi mi farebbero venire la voglia di farlo. Non nego che c’è stata qualche sollecitazione alla quale ho subito risposto negativamente. Voglio partecipare da iscritto e probabilmente non mi candiderò neppure all’assemblea provinciale. Mi auguro che venga eletto qualcuno che si avvicini alla mia idea di Partito democratico».
 

 

Qual è la sua idea di Partito democratico?
«Deve essere un partito nuovo che rompa davvero con tutto ciò che è passato.
Un partito che apra le porte a tutti e nel quale non ci siano discriminazioni».

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: